object(WP_Post)#25502 (24) { ["ID"]=> int(5377) ["post_author"]=> string(1) "2" ["post_date"]=> string(19) "2022-02-09 10:11:31" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2022-02-09 09:11:31" ["post_content"]=> string(4603) "

CLASSE 2009, FIGLIO DEL CAMPIONE BRASILIANO MARCIO AITA, MELK È IL PIÙ GIOVANE PILOTA AL MONDO AD AVER VOLATO IN PARAMOTORE ALL’ETÀ DI 8 ANNI.

  “Quero Voar Papai!” (“Voglio Volare Papà!”). Inizia così la storia di un talento. Non è strano che a pronunciare questa frase sia stato un bambino di soli 2 anni, Melk era già nato con le ali.   Suo padre è il campione Marcio Aita, pioniere del paramotore in Brasile, che ha fatto di una grande passione la sua professione. Nel 2006 incontra la Vittorazi Motors con la quale ottiene il primato in tutte le gare. “Ho subito visto che c’era molta cura nella produzione, loro sono da sempre i più affidabili al mondo” ed oggi continua la propria attività di istruttore presso la Scuola Nazionale AITA a San Paolo, la più grande del Paese, e quella di produttore di paramotori XNitro.   E’ inevitabile, Melk sin da subito è attratto da ogni singolo suono e immagine di questo incredibile sport. Ciò non stupisce affatto, basti pensare che suo padre, appena nato, lo adagia su una morbida ala piegata. Cresce in mezzo ai paramotori e i suoi primi passi li fa sostenendosi su di essi.   A soli 2 anni e 9 mesi la richiesta “Voglio Volare Papà” e quel primo volo insieme al suo maestro diventa qualcosa di cui non può fare più a meno.   Una volontà che lo ha portato ad allenarsi nelle condizioni più estreme. Marcio Aita, infatti, poteva dedicarsi completamente a lui solo negli unici momenti in cui gli allievi della scuola non riuscivano ad esercitarsi a causa del vento, o troppo forte o molto debole. Sono proprio questi allenamenti a definire le basi della sua grande tecnica e sicurezza.   A 4 anni, durante i voli biposto, inizia ad avere padronanza della guida sotto le indicazioni e la supervisione del padre e a 8 anni il suo primo volo in paramotore lo afferma come il pilota più giovane al mondo in tale impresa.   Dopo un inizio non affatto semplice, con un’attrezzatura che poco si adattava al suo peso esile, nel 2018 la svolta decisiva con Atom 80. Il motore di casa Vittorazi presentava tutte le caratteristiche per supportare le esigenze di Melk: leggero, di facile utilizzo e con la giusta dose di potenza, era l’unico motore che gli permetteva di allenarsi e di poterlo fare a livello professionale.   Con i suoi 10,4 kg e 16CV di potenza massima è infatti il motore più leggero pensato per chi vuole avvicinarsi a questa disciplina, alle donne e ai professionisti che sono alla ricerca di un motore agile e facile da trasportare.     Melk, come è volare con Atom 80?
“Mi piace davvero tanto perché è molto leggero sulle spalle e allo stesso tempo mi dà tutta la potenza di cui ho bisogno, mi permette di fare tutto quello che voglio e poi mi piace il suo rumore, è come musica per me…”.
  Come ti alleni?
“Appena mi sveglio guardo subito dalla finestra della mia camera che si affaccia sul campo volo per vedere se le condizioni meteo sono favorevoli. Mi alleno tutti i giorni insieme a mio padre, faccio molto training e tanto volo libero per migliorare la tecnica. Questa è la mia vita, io sono nato per fare questo sport”.
  Quali sono i progetti con Vittorazi per il futuro?
“Mio padre ha sempre volato con Vittorazi e io volerò con loro. Sappiamo quanta passione mettono in ogni motore e nel loro lavoro. La tranquillità di volare con un motore sicuro e performante è un confort impagabile. Puoi pensare solo a volare e a divertirti”.
  Hai una frase portafortuna?
“Pense alto! Voe!”.
    Melk Aita, insieme ad Atom 80, in pochi anni ha già conquistato traguardi importanti, come il viaggio di 150 km per una durata totale di circa 2 ore e mezza in Brasile, dove ad Aprile, si disputerà il Campionato del Mondo. Ha raggiunto l’altezza di 700 metri durante la traversata del fiume São Francisco, il più grande del Paese. Ha anche volato in più di 6 stati brasiliani in condizioni meteo non sempre ottimali.   “Come nasce un campione nel mondo dei motori?” la storia di Melk è la risposta evidente. Il mix perfetto tra talento innato, grande passione, allenamento costante e il motore perfetto, Atom 80 di casa Vittorazi!" ["post_title"]=> string(70) "MELK AITA, IL NUOVO TALENTO DEL PARAMOTORE “VOLA ALTO” CON ATOM 80" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(6) "closed" ["ping_status"]=> string(6) "closed" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(63) "melk-aita-il-nuovo-talento-del-paramotore-vola-alto-con-atom-80" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2022-07-20 09:34:27" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2022-07-20 07:34:27" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(52) "https://vittorazi.com/?post_type=notizia&p=5377" ["menu_order"]=> int(79) ["post_type"]=> string(7) "notizia" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }
Atom 80
Atom 80

09/02/2022

MELK AITA, IL NUOVO TALENTO DEL PARAMOTORE “VOLA ALTO” CON ATOM 80

CLASSE 2009, FIGLIO DEL CAMPIONE BRASILIANO MARCIO AITA, MELK È IL PIÙ GIOVANE PILOTA AL MONDO AD AVER VOLATO IN PARAMOTORE ALL’ETÀ DI 8 ANNI.

 

“Quero Voar Papai!” (“Voglio Volare Papà!”). Inizia così la storia di un talento. Non è strano che a pronunciare questa frase sia stato un bambino di soli 2 anni, Melk era già nato con le ali.

 

Suo padre è il campione Marcio Aita, pioniere del paramotore in Brasile, che ha fatto di una grande passione la sua professione. Nel 2006 incontra la Vittorazi Motors con la quale ottiene il primato in tutte le gare. “Ho subito visto che c’era molta cura nella produzione, loro sono da sempre i più affidabili al mondo” ed oggi continua la propria attività di istruttore presso la Scuola Nazionale AITA a San Paolo, la più grande del Paese, e quella di produttore di paramotori XNitro.

 

E’ inevitabile, Melk sin da subito è attratto da ogni singolo suono e immagine di questo incredibile sport. Ciò non stupisce affatto, basti pensare che suo padre, appena nato, lo adagia su una morbida ala piegata. Cresce in mezzo ai paramotori e i suoi primi passi li fa sostenendosi su di essi.

 

A soli 2 anni e 9 mesi la richiesta “Voglio Volare Papà” e quel primo volo insieme al suo maestro diventa qualcosa di cui non può fare più a meno.

 

Una volontà che lo ha portato ad allenarsi nelle condizioni più estreme. Marcio Aita, infatti, poteva dedicarsi completamente a lui solo negli unici momenti in cui gli allievi della scuola non riuscivano ad esercitarsi a causa del vento, o troppo forte o molto debole. Sono proprio questi allenamenti a definire le basi della sua grande tecnica e sicurezza.

 

A 4 anni, durante i voli biposto, inizia ad avere padronanza della guida sotto le indicazioni e la supervisione del padre e a 8 anni il suo primo volo in paramotore lo afferma come il pilota più giovane al mondo in tale impresa.

 

Dopo un inizio non affatto semplice, con un’attrezzatura che poco si adattava al suo peso esile, nel 2018 la svolta decisiva con Atom 80. Il motore di casa Vittorazi presentava tutte le caratteristiche per supportare le esigenze di Melk: leggero, di facile utilizzo e con la giusta dose di potenza, era l’unico motore che gli permetteva di allenarsi e di poterlo fare a livello professionale.

 

Con i suoi 10,4 kg e 16CV di potenza massima è infatti il motore più leggero pensato per chi vuole avvicinarsi a questa disciplina, alle donne e ai professionisti che sono alla ricerca di un motore agile e facile da trasportare.

 

 

Melk, come è volare con Atom 80?

“Mi piace davvero tanto perché è molto leggero sulle spalle e allo stesso tempo mi dà tutta la potenza di cui ho bisogno, mi permette di fare tutto quello che voglio e poi mi piace il suo rumore, è come musica per me…”.

 

Come ti alleni?

“Appena mi sveglio guardo subito dalla finestra della mia camera che si affaccia sul campo volo per vedere se le condizioni meteo sono favorevoli. Mi alleno tutti i giorni insieme a mio padre, faccio molto training e tanto volo libero per migliorare la tecnica. Questa è la mia vita, io sono nato per fare questo sport”.

 

Quali sono i progetti con Vittorazi per il futuro?

“Mio padre ha sempre volato con Vittorazi e io volerò con loro. Sappiamo quanta passione mettono in ogni motore e nel loro lavoro. La tranquillità di volare con un motore sicuro e performante è un confort impagabile. Puoi pensare solo a volare e a divertirti”.

 

Hai una frase portafortuna?

“Pense alto! Voe!”.

 

 

Melk Aita, insieme ad Atom 80, in pochi anni ha già conquistato traguardi importanti, come il viaggio di 150 km per una durata totale di circa 2 ore e mezza in Brasile, dove ad Aprile, si disputerà il Campionato del Mondo.

Ha raggiunto l’altezza di 700 metri durante la traversata del fiume São Francisco, il più grande del Paese. Ha anche volato in più di 6 stati brasiliani in condizioni meteo non sempre ottimali.

 

“Come nasce un campione nel mondo dei motori?” la storia di Melk è la risposta evidente. Il mix perfetto tra talento innato, grande passione, allenamento costante e il motore perfetto, Atom 80 di casa Vittorazi!

Gallery

svg circle orange - Vittorazi
svg arrow left - Vittorazi
svg circle orange - Vittorazi
svg arrow right - Vittorazi

Forse potrebbero interessarti

Progetto cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

VITTORAZI MOTORS 250CC

(POR Marche FESR 2014-2020 Asse 1 - OS 1 - Azione 1.2)

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto prevede, a partire da risultati di ricerca già acquisiti, l'ingegnerizzazione e l'industrializzazione di un nuovo prodotto, il motore Mule250.

OBIETTIVI

Il progetto ha tra gli obiettivi: l'ingegnerizzazione e prototipazione esecutiva del nuovo motore, il miglioramento delle caratteristiche prestazionali e tecniche del prodotto, l'industrializzazione del nuovo motore, la promozione del prodotto innovativo e sviluppo della fase di commercializzazione per il nuovo mercato.

RISULTATI

Ingegnerizzare, industrializzare e produrre il nuovo motore Mule250 da proporre a un nuovo settore di clientela, acquisendo una fetta di mercato importante per lo sviluppo dell'impresa.

Investimento totale: 687.291,60 euro | Finanziamento pubblico: 337.675,80