object(WP_Post)#23197 (24) { ["ID"]=> int(1711) ["post_author"]=> string(1) "2" ["post_date"]=> string(19) "2020-04-28 18:06:36" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2020-04-28 16:06:36" ["post_content"]=> string(2462) "Il bilanciamento dinamico dell’elica è una operazione molto spesso trascurata nella corretta messa a punto di un paramotore; per quanto siano ben noti i vantaggi che essa offre, essa viene quasi sempre tralasciata e sostituita dal più semplice bilanciamento statico. Si presuppone che, essendo un elica bilanciata staticamente, non produca vibrazioni: in realtà non esiste un corpo in rotazione che non produca vibrazioni.   In un paramotore le fonti potenziali di vibrazioni sono molteplici: il pistone, l’albero motore ed i cuscinetti nell’unità motrice, il riduttore, i silent block, l'albero di trasmissione, l’elica, ecc... Se queste vibrazioni per casualità pura si annullano, la vibrazione risultante può essere bassa, ma se, come più spesso succede, le vibrazioni si sommano, ne deriva un livello eccessivo e spesso a difficile percezione del pilota. Il bilanciamento dinamico può perciò essere definito come il processo in cui viene utilizzato un analizzatore elettronico per misurare il livello di vibrazione prodotto dell’unità motrice su un velivolo. Viene effettuato direttamente sul mezzo pronto al volo. Il motore viene avviato, ed i segnali vengono rilevati dall’analizzatore ai regimi corrispondenti a quelli di crociera. Il bilanciamento di una massa in rotazione è quindi altamente raccomandato per ottenere uno o più dei seguenti vantaggi: miglioramento del confort, riduzione della vibrazione, abbassamento del livello di rumorosità, stress strutturali minimizzati, allungamento della vita dei cuscinetti, riduzione delle perdite di potenza.   La Vittorazi Motors ha sviluppato, in collaborazione con “MG Solutions”, l’impiego di tali tecniche di analisi dedicate maggiormente all'ala rotante, ma anche al paramotore.   Un paramotore correttamente bilanciato è essenziale per la sicurezza, le prestazioni ed il comfort. Il bilanciamento dinamico è un’operazione oggi facilmente effettuabile, a costi trascurabili rispetto ai vantaggi che offre ed al valore del mezzo. Dovrebbe venire effettuato sul mezzo nuovo ed ogni qualvolta viene effettuata una sostituzione o revisione del gruppo motore/elica o di una delle sue componenti in rotazione.   Il risultato sarà, in definitiva, un deciso aumento del piacere di pilotaggio e di prestazioni sempre più elevate." ["post_title"]=> string(48) "Bilanciamento dinamico dell'elica per paramotore" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(6) "closed" ["ping_status"]=> string(6) "closed" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(47) "bilanciamento-paramotore-elica-vittorazi-motors" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2021-12-20 12:53:30" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2021-12-20 11:53:30" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(55) "http://www.vittorazi.com/?post_type=notizia&p=1711" ["menu_order"]=> int(267) ["post_type"]=> string(7) "notizia" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }
bilanciamento paramotore
bilanciamento paramotore

30/09/2012

Bilanciamento dinamico dell’elica per paramotore

Il bilanciamento dinamico dell’elica è una operazione molto spesso trascurata nella corretta messa a punto di un paramotore; per quanto siano ben noti i vantaggi che essa offre, essa viene quasi sempre tralasciata e sostituita dal più semplice bilanciamento statico.

Si presuppone che, essendo un elica bilanciata staticamente, non produca vibrazioni: in realtà non esiste un corpo in rotazione che non produca vibrazioni.

 

In un paramotore le fonti potenziali di vibrazioni sono molteplici: il pistone, l’albero motore ed i cuscinetti nell’unità motrice, il riduttore, i silent block, l’albero di trasmissione, l’elica, ecc…

Se queste vibrazioni per casualità pura si annullano, la vibrazione risultante può essere bassa, ma se, come più spesso succede, le vibrazioni si sommano, ne deriva un livello eccessivo e spesso a difficile percezione del pilota.

Il bilanciamento dinamico può perciò essere definito come il processo in cui viene utilizzato un analizzatore elettronico per misurare il livello di vibrazione prodotto dell’unità motrice su un velivolo. Viene effettuato direttamente sul mezzo pronto al volo. Il motore viene avviato, ed i segnali vengono rilevati dall’analizzatore ai regimi corrispondenti a quelli di crociera.

Il bilanciamento di una massa in rotazione è quindi altamente raccomandato per ottenere uno o più dei seguenti vantaggi: miglioramento del confort, riduzione della vibrazione, abbassamento del livello di rumorosità, stress strutturali minimizzati, allungamento della vita dei cuscinetti, riduzione delle perdite di potenza.

 

La Vittorazi Motors ha sviluppato, in collaborazione con “MG Solutions”, l’impiego di tali tecniche di analisi dedicate maggiormente all’ala rotante, ma anche al paramotore.

 

Un paramotore correttamente bilanciato è essenziale per la sicurezza, le prestazioni ed il comfort. Il bilanciamento dinamico è un’operazione oggi facilmente effettuabile, a costi trascurabili rispetto ai vantaggi che offre ed al valore del mezzo. Dovrebbe venire effettuato sul mezzo nuovo ed ogni qualvolta viene effettuata una sostituzione o revisione del gruppo motore/elica o di una delle sue componenti in rotazione.

 

Il risultato sarà, in definitiva, un deciso aumento del piacere di pilotaggio e di prestazioni sempre più elevate.

Forse potrebbero interessarti

Progetto cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

VITTORAZI MOTORS 250CC

(POR Marche FESR 2014-2020 Asse 1 - OS 1 - Azione 1.2)

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto prevede, a partire da risultati di ricerca già acquisiti, l'ingegnerizzazione e l'industrializzazione di un nuovo prodotto, il motore Mule250.

OBIETTIVI

Il progetto ha tra gli obiettivi: l'ingegnerizzazione e prototipazione esecutiva del nuovo motore, il miglioramento delle caratteristiche prestazionali e tecniche del prodotto, l'industrializzazione del nuovo motore, la promozione del prodotto innovativo e sviluppo della fase di commercializzazione per il nuovo mercato.

RISULTATI

Ingegnerizzare, industrializzare e produrre il nuovo motore Mule250 da proporre a un nuovo settore di clientela, acquisendo una fetta di mercato importante per lo sviluppo dell'impresa.

Investimento totale: 687.291,60 euro | Finanziamento pubblico: 337.675,80